/

«Spatriati» di Mario Desiati vince il Premio Strega 2022

Annunciato il vincitore della settantaseiesima edizione del Premio Strega

5 minuti di lettura
Premio Strega 2022

Ieri, giovedì 7 luglio, si è svolta la seconda votazione del Premio Strega 2022, quella che tutti attendono con ansia, poiché è quella che decreta il vincitore del premio letterario più seguito d’Italia. Il vincitore di questa settantaseiesima edizione è stato Mario Desiati con Spatriati (Einaudi) con un totale di 166 voti.

Come di consueto, anche quest’anno lo spoglio dei voti si è tenuto al Museo nazionale etrusco di Villa Giulia a Roma, ed è stato trasmesso in diretta su Rai 3 con la conduzione di Geppi Cucciari. I voti scrutinati sono stati 537 su 660 votanti aventi diritto. Quest’anno, il presidente di giuria è stato Emanuele Trevi, in quanto vincitore l’anno scorso del Premio Strega con Due vite (Neri Pozza).

Leggi anche:
«Spatriati»: l’altrove e le mille possibilità del sé

In ordine di voti presi alla seconda e ultima votazione, gli altri finalisti del Premio Strega 2022 sono stati:

  • Claudio PiersantiQuel maledetto Vronskij (Rizzoli). Recensione. Voti: 90
  • Alessandra CaratiE poi saremo salvi (Mondadori). Recensione. Voti: 83
  • Veronica Raimo, Niente di vero (Einaudi). Recensione. Voti: 62
  • Marco AmerighiRandagi (Bollati Boringhieri). Recensione. Voti: 61
  • Fabio Bacà, Nova (Adelphi). Recensione. Voti: 51
  • Veronica Galletta, Nina sull’argine (minimum fax). Recensione. Voti: 24

Premio Strega 2022: gli altri protagonisti

Al Premio Strega 2022 hanno preso parte alla dozzina semifinalista anche:

  • Alessandro BertanteMordi e fuggi (Baldini+Castoldi). Recensione;
  • Jana KaršaiováDivorzio di velluto (Feltrinelli). Recensione;
  • Marino MaglianiIl cannocchiale del tenente Dumont (L’Orma). Recensione;
  • Davide OrecchioStoria aperta (Bompiani). Recensione;
  • Daniela RanieriStradario aggiornato di tutti i miei baci (Ponte alle Grazie). Recensione;

Da ricordare, inoltre, la vittoria del Premio Strega Giovani di quest’anno da parte di Veronica Raimo con Niente di vero (Einaudi), la vittoria del Premio Strega Giovani per le recensioni della studentessa Annalisa Petracca del Liceo Classico Aristofane di Roma per la recensione di Nova di Fabio Bacà, e quella della prima edizione del Premio Leggiamoci di Elisa Fantinel del Liceo Statale Farnesina di Roma per il racconto Il bimbo di Neanderthal.

Oltre allo Strega Giovani, vale la pena ricordare che Veronica Raimo ha ottenuto anche il voto dello Strega Off, di cui si è svolta la sesta edizione al Giardino MONK di Roma durante la serata della vigilia di mercoledì 6 luglio. Lo Strega Off è il voto del pubblico e di una selezione di riviste letterarie e culturali che come ogni anno dal 2017 incide sull’elezione del vincitore dello Strega.

Mario Desiati: chi è il vincitore del Premio Strega 2022

Nato a Locorotondo nel 1977, ma cresciuto a Martina Franca, Mario Desiati ha vinto per la prima volta il Premio Strega con Spatriati (acquista). Questo romanzo, che attinge molto dalla vita dell’autore, essendo ambientato fra Martina Franca e Berlino, narra le vicende di Claudia e Francesco, due giovani appartenenti a quella che oggi si definisce “generazione millennial” che vivono una storia di sradicamento e di conflitto con la propria realtà di provincia. La loro è una ricerca di se stessi, di un posto nel mondo in cui realizzarsi e di libertà dalle costrizioni sociali.

Ex caporedattore di Nuovi Argomenti, direttore editoriale di Fandango Libri dal 2008 al 2013 e editor del vincitore dello Strega dell’anno scorso Due vite di Emanuele Trevi, Mario Desiati è riuscito nell’impresa di vincere il Premio Strega dopo essere arrivato penultimo nella finale del 2011 con Ternitti (Mondadori), anno in cui vinse Edoardo Nesi con Storia della mia gente (Bompiani).

Inoltre, lo scrittore pugliese ha riportato Einaudi alla vittoria del premio, che mancava da 5 anni, esattamente dal 2017, quando vinse Paolo Cognetti con Le otto montagne. Dopo la vittoria da parte di un medio-piccolo editore l’anno scorso, quest’anno torna a vincere un grande editore. Tuttavia, questa edizione sarà ricordata per la sua storica settina, segno del fatto che in fondo lo Strega sa sorprenderci sempre.

Immagine in evidenza: Mario Desiati, vincitore del Premio Strega 2022. Fonte: premiostrega.it

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club!

Segui Magma Magazine anche su Facebook e Instagram!

Alberto Paolo Palumbo

Laurea magistrale in Lingue e Letterature Europee ed Extraeuropee presso l’Università degli Studi di Milano con tesi in letteratura tedesca e allievo dell'edizione 2021 del Master "Il lavoro editoriale" della Scuola del Libro. Crede fortemente nel fatto che la letteratura debba non solo costruire ponti per raggiungere e unire le persone, permettendo di acquisire nuovi sguardi sulla realtà, ma anche aiutare ad avere consapevolezza della propria persona e della realtà che la circonda.

Lascia un commento

Your email address will not be published.