«Qualcosa nella nebbia». Fabbrico: un ritorno alle radici

Nel suo precedente romanzo Il nome della madre (NN Editore, 2020), Roberto Camurri scriveva del protagonista Pietro il suo desiderio di voler «sentire l’abbraccio di Fabbrico e delle sue radici che inizia a riconoscere». Fabbrico, un paese immaginario della Pianura Padana, con la sua nebbia e i «suoi campi che si perdono verso l’orizzonte lucido e infinito» (A misura d’uomo, 2018); un luogo da cui è impossibile fuggire, a cui bisogna per forza tornare, che sia fisicamente o coi soli pensieri. Le persone hanno bisogno di Fabbrico, ma Fabbrico ha bisogno delle persone, soprattutto dello stesso Camurri, che è tornato … Leggi tutto «Qualcosa nella nebbia». Fabbrico: un ritorno alle radici