Chi sono i dodici semifinalisti del Premio Strega 2022?

L'annuncio della dozzina della LXXVI Edizione del Premio Strega e della cinquina del Premio Strega Europeo 2022

6 minuti di lettura
Premio Strega 2022

Nella giornata di oggi, giovedì 31 marzo, sono stati annunciati i dodici semifinalisti del Premio Strega 2022 durante una conferenza stampa tenutasi in presenza presso la Camera di Commercio di Roma nella Sala del Tempio di Adriano, che è stata possibile seguire in streaming sul sito del premio. Il Premio Strega, giunto alla LXXVI edizione, è promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci Liquore Strega con il contributo di Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con BPER Banca e sponsor tecnico IBS.it La Feltrinelli.

Il Comitato Direttivo, in carica per il triennio 2020-2023 e presieduto da Melania Gaia Mazzucco, è composto da Pietro Abate, Giuseppe D’Avino, Valeria Della Valle, Ernesto Ferrero, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Dacia Maraini, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi, Antonio Scurati e Giovanni Solimine.

Leggi anche:
«Due vite» di Emanuele Trevi ha vinto il Premio Strega 2021

Da regolamento, la giuria è composta da 400 Amici della domenica, 20 voti collettivi espressi da scuole, università e gruppi di lettura (di cui 15 circoli presso le Biblioteche di Roma), oltre a 240 voti espressi da studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da 30 Istituti italiani di cultura all’estero per un totale di 660 aventi diritto.

Premio Strega 2022: ecco la dozzina semifinalista

Quest’anno i titoli che sono stati proposti sono 74, eguagliando, così, i 62 dell’anno scorso. Tra i titoli proposti, quelli che sono stati selezionati per far parte della dozzina semifinalista del Premio Strega 2022 sono i seguenti:

  • Marco Amerighi, Randagi (Bollati Boringhieri), presentato da Silvia Ballestra;
  • Fabio BacàNova (Adelphi), presentato da Diego De Silva;
  • Alessandro BertanteMordi e fuggi (Baldini+Castoldi), presentato da Luca Doninelli;
  • Alessandra Carati, E poi saremo salvi (Mondadori), presentato da Andrea Vitali;
  • Mario Desiati, Spatriati (Einaudi), presentato da Alessandro Piperno;
  • Veronica Galletta, Nina sull’argine (minimum fax), presentato da Gianluca Lioni;
  • Jana KaršaiováDivorzio di velluto (Feltrinelli), presentato da Gad Lerner;
  • Marino Magliani, Il cannocchiale del tenente Dumont (L’Orma), presentato da Giuseppe Conte;
  • Davide Orecchio, Storia aperta (Bompiani), presentato da Martina Testa;
  • Claudio Piersanti, Quel maledetto Vronskij (Rizzoli), presentato da Renata Colorni;
  • Veronica RaimoNiente di vero (Einaudi), presentato da Domenico Procacci;
  • Daniela Ranieri, Stradario aggiornato di tutti i miei baci (Ponte alle Grazie), presentato da Loredana Lipperini;

La cinquina del Premio Strega Europeo

Assieme alla dozzina della LXXVI Edizione del Premio Strega, è stata annunciata anche la cinquina del Premio Strega Europeo 2022, il cui vincitore sarà annunciato al Circolo dei Lettori di Torino nella settimana del Salone Internazionale del Libro di Torino il 22 maggio.

Il Premio Strega Europeo è promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, dall’azienda Strega Alberti Benevento, da Istituzione Biblioteche di Roma e Casa delle Letterature di Roma, in collaborazione con BPER Banca, Salone Internazionale del Libro di Torino e Circolo dei Lettori di Torino.

All’edizione 2022 del Premio Strega Europeo, il cui vincitore sarà votato da una giuria composta da vincitori e partecipanti delle edizioni passate del Premio Strega italiano, prenderanno parte:

  • Elin Cullhed, Euforia (Mondadori), tradotto da Monica Corbetta; vincitrice August Prize;
  • Sara Mesa, Un amore (La Nuova Frontiera), tradotto da Elisa Tramontin; vincitrice Premios de los Libreros (Ficciòn);
  • Megan Nolan, Atti di sottomissione (NN Editore), tradotto da Tiziana Lo Porto; vincitrice Sunday Times Young Writer of the Year Award;
  • Amélie Nothomb, Primo sangue (Voland), tradotto da Federica Di Lella; vincitrice Prix Renaudot;
  • Mikhail Shishkin, Punto di fuga (21lettere), tradotto da Emanuela Bonacorsi; vincitore Big Book Prize;

Annotazioni e prossimi appuntamenti

Durante la conferenza di presentazione del Premio Strega 2022 e del Premio Strega Europeo, il Presidente della Fondazione Bellonci Giovanni Solimine ha tributato omaggio a Tullio De Mauro, ex Direttore e Presidente della Fondazione Bellonci scomparso nel 2017, nell’anniversario del suo novantesimo compleanno, ed è stato ricordato anche il centoventesimo anniversario della nascita di Maria Bellonci, quest’ultima omaggiata con un’«intervista impossibile» di Stefano Petrocchi, Direttore della Fondazione Bellonci, ad Anna Bonaiuto. Ci sono stati, inoltre, interventi dei precedenti vincitori del Premio Strega Europeo Katja Petrowskaja e Georgi Gospodinov che hanno dialogato con Marino Sinibaldi attorno al conflitto in Ucraina.

Le prossime date per il Premio Strega saranno le seguenti: nella settimana del Salone del Libro di Torino, il 22 maggio sarà annunciato il vincitore del Premio Strega Europeo 2022; quanto alla LXXVI edizione del Premio Strega, la cinquina finalista sarà annunciata al Teatro Romano di Benevento l’8 giugno e il vincitore sarà annunciato come di consueto a Roma al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia il 7 luglio.

Non abbiamo grandi editori alle spalle. Gli unici nostri padroni sono i lettori. Sostieni la cultura giovane, libera e indipendente: iscriviti al FR Club!

Segui Magma Magazine anche su Facebook e Instagram!

Alberto Paolo Palumbo

Laurea magistrale in Lingue e Letterature Europee ed Extraeuropee presso l’Università degli Studi di Milano con tesi in letteratura tedesca e allievo dell'edizione 2021 del Master "Il lavoro editoriale" della Scuola del Libro. Crede fortemente nel fatto che la letteratura debba non solo costruire ponti per raggiungere e unire le persone, permettendo di acquisire nuovi sguardi sulla realtà, ma anche aiutare ad avere consapevolezza della propria persona e della realtà che la circonda.

Lascia un commento

Your email address will not be published.